Se io scrivo

Ringrazio il cielo che mi abbiano insegnato a scrivere.
Scrivere è catartico, liberatorio. Scrivere è voluttà, sentimento, ragione.
E’ espressione pura dell’essere e, allo stesso tempo, una capacità rara, poiché non tutti riescono.

Perché se lo sai fare, scrivere può portarti lontano o farti scendere dentro di te, ma allo stesso può farti librare, volare in alto, in una dimensione in cui tutto si annulla e allo stesso tempo si crea.
Scrivere è puro spirito che si manifesta, dove è lei, l’Anima, a parlare.
E scrivendo io l’ascolto, le do voce. La coccolo.
Tutte le domande si dipanano, si sciolgono in un profluvio di lettere sincroniche che prendono corpo pian piano, diventando certezze.
Nulla più resta dentro, una volta scritto.
Ti senti poi leggero, come se qualunque cosa ci sia stata dentro di te fino all’attimo precedente, si fosse dileguata.

Scrivendo io amo, odio, piango, rido.

Tutto si esprime lì, materia scritta, su un foglio. Non restano più impalpabili, le emozioni.
Poiché è di quelle che io vivo.




.

martedì 18 gennaio 2011

Arbitrio


Spesso ci comportiamo come liquido in un recipiente:
ci adeguiamo alle situazioni, anche quelle scomode,
prendendone la forma che esse ci impongono.
Questo a volte può essere un bene.

Ma in alcuni casi credo sia meglio essere più forma che liquido, per decidere la forma che devono assumere certi eventi, i limiti entro cui essi devono muoversi .

Sia nell'acqua che nella forma c'è molta forza.
All'essere umano è concesso essere sia forma che acqua, per essere libero di scegliere.



"Che fai?" gli domandai. E lui, a sua volta, mi fece una domanda.
Qual'e' la forma dell'acqua?". "Ma l'acqua non ha forma!"
dissi ridendo: "Piglia la forma che le viene data".
(da La forma dell'acqua - A. Camilleri)


.

75 commenti:

  1. Mi piace, somiglia al post che ho appena scritto dillà..:***

    RispondiElimina
  2. La forma è vuota, il vuoto è forma.
    (Lie Zi)

    RispondiElimina
  3. Eh si,adesso Teti parte con i Koan...più che acqua mi sento sabbia.

    RispondiElimina
  4. PROF:
    allora è vero che siamo in sintonia assai! :))

    RispondiElimina
  5. TETI:
    questo koan è quello che mi ha sempre dato da riflettere ogni volta che l'ho incontrato.
    Se me lo becco pure da te, vuol dire che devo riflettere ancora :)))

    RispondiElimina
  6. hai perfettamente spiegato la scelta del mio nick...che è stato d'istinto...tra l'altro...un sorriso

    RispondiElimina
  7. ALEX:
    sabbia?
    allora ci possiamo fare un bel castello in riva al mare :)))

    RispondiElimina
  8. ACQUA:
    Mi raccomando allora, cerca di essere anche forma, ogni tanto!
    altrimenti, ad essere solo acqua o si stagna o si allaga :))
    Un sorriso per te :))

    RispondiElimina
  9. Certo che è vero. Ci sono un sacco di situazioni in cui la forma è anche ( soprattutto avvolte) sostanza. E quando la sostanza manca o è insufficiente o peggio ancora sbagliata, non potrà mai sostituire nessuna forma, secondo me eh?:-)))***

    RispondiElimina
  10. io come acqua sto bene... forse perchè mi adatto sempre a quello che trovo...

    RispondiElimina
  11. PROF:
    come dico nel post, abbiamo la scelta.
    E' logico che nel momento in cui siamo consapevoli di una certa forma, siamo consapevoli anche di una certa sostanza.
    In parole semplci: se ci lasciamo andare (acqua), prendendo la forma delle cose che si sono attorno, siamo poco consapevoli di noi stessi.
    Se invece, agiamo, assumendo un atteggiamento (forma) che porta all'azione costruttiva, siamo molto consapevoli delle nostre capacità.
    In ogni caso sia nell'acqua che nella forma, c'è molta forza.

    RispondiElimina
  12. ACQUA:
    E' insito nella natura umana adattarsi, siamo esseri abitudinari.
    Ecco, va bene essere acqua, ma se ti adatti anche alle ingiustizie, credo che puoi correre il rischio di soffrire :))

    RispondiElimina
  13. Però tra le due possibilità preferisco l'acqua che cambia forma si, ma non sostanza, si adegua ma non viene plasmata, si sforza di convivere con la situazione, rimanendo uguale a sè stessa.

    RispondiElimina
  14. SOGNO:
    Per spiegare la forza, come la intendo io, faccio riferimento alla fisica meccanica, mi potrai contraddire, senza problemi, anzi! :))
    In un moto circolare, nell'acqua secondo me c'è forza centrifuga, perchè si espande in tutte le direzioni, e il corpo si trova in un sistema di riferimento non inerziale.
    Nella forma c'è quella centripeta, che con parole semplici concentra gli sforzi su un obiettivo.
    Secondo la fisica, la vera forza tra le due è quella centripeta.
    Non so se sono riuscita a trasmettere il concetto :))
    Lo so che sto dando una spiegazione molto tecnica e poco filosofica, ma come ben sai, ultimamente fisica e filosofia stanno abbracciandosi sempre di più :))

    RispondiElimina
  15. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  16. Il concetto è chiaro, meglio poter scegliere se convogliare tutte le proprie energie nel raggiungimento di un obiettivo personale o se adattarsi alla situazione ed aspettare il momento giusto. Però la spiegazione fisica confonde le idee :) Quello che volevo dire io invece, è che preferisco una persona malleabile e flessibile seppur convinta delle proprie idee ad una rigida che non permette agli altri di esprimersi.

    RispondiElimina
  17. io sono "akuaduulza" ma col tempo ho imparato a scegliere le forme dalle quali farmi contenere.
    sapersi plasmare è buono, dimenticarsi la propria essenza è da pazzi.

    RispondiElimina
  18. mi adatto e faccio anche compromessi...ma non a tutto...ma non con tutto...e soffro lo stesso...perchè è nella natura umana anche soffrire ^__^

    RispondiElimina
  19. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  20. per me no...se non facessi compromessi soffrirei molto di più...

    RispondiElimina
  21. Il filosofo Zygmunt Bauman ha parlato della liquidità della società attuale...vita liquida, modernità liquida e amore liquido!!!
    Ma i liquidi possono anche solidificarsi per un principio fisico...allora forma e sostanza sono il giusto equilibrio!!

    RispondiElimina
  22. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  23. Io sono un gas. I liquidi sono incomprimibili. Interessante teoria,da sempre prediligo la sostanza alla forma *e con questo dimostro di non aver capito l'ennesima mazzafionda*

    RispondiElimina
  24. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  25. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  26. Il koan viene spegato in maniera esemplare nel fil "Hakagure,il codice del Samurai"..praticamente un cult.
    Che di samurai ne parla non parlandone.

    RispondiElimina
  27. All'incirca dovrebbe essere... corpo liquido che varia in base alla densità e la densità di una sostanza è definita come la massa per volume...
    Scusa l'intrusione passavo e mi son fermata a curiosare... spero non ti dispiaccia...
    Cmq un bel post riflessivo...
    Ottima scelta la citazione di Camilleri... complimenti!!!
    Buona serata

    RispondiElimina
  28. COSIMO:
    Anche io sono per la sostanza, ci mancherebbe!
    La forma di questo post è da intendersi come limiti da porre a determiate situazioni, per non farci sopraffarre da essi, non come formalità o formalismo nelle azioni :))
    Forse adesso la capisci la mazzafionda?
    :))
    Sono stata fuori, ma vedo che vi siete comportati benissimo, grazie! :)))

    RispondiElimina
  29. SOGNO:
    immaginavo che andavo a confondere le "acque" con la fisica, eheheheheh...
    ma il post mi è stato ispirato proprio da un concetto della fisica, per questo l'ho usata per dare la spiegazione :))
    La forma non è rigidità, secondo quanto volevo dire in questo post, ma capacità di impedire agli eventi di prendere il sopravvento, mettere argini insomma.
    Io per prima non amo le persone rigide, per carità! :))

    RispondiElimina
  30. SHADOW:
    perfetto! hai inteso perfettamente quello che volevo dire :)))

    RispondiElimina
  31. ACQUA:
    Diciamo che è anche una questione di carattere :))
    Fare compromessi non è un male, se questi aiutano ad affrontare situazioni difficili.
    Un buon compromesso è la sofferenza minore, essere troppo rigidi non va bene...
    Ricordati che all'inizio del post ho detto che essere come l'acqua va bene :)))))

    RispondiElimina
  32. INTHERAINBOW:
    Molto interessanete il concetto di Bauman.
    In un certo senso si confà a quanto dico: attualmente c'è una liquidità di fondo nell'agire e nelle relazioni, forse troppa...tant'è che siamo tutti a modo nostro imprendibili.
    Un po' di forma non guasterebbe!
    E poi hai detto bene, l'acqua ghiaccia :))

    RispondiElimina
  33. OUT:
    Come gas ti vedo bene, vista l'aura volatile che hai, eheheheh...
    Esattamente potresti essere il freon, il gas che che si trova nei frigoriferi per provocarne il raffreddamento...ma è anche molto velenoso, ahimè :))))

    Non hai capito l'ennesima mazzafionda, perchè hai fatto confusione: la forma di cui io parlo, non è nel senso di formalismi o formalità nell'agire, ma di forma come argini, confini alle cose, che sennò prendono il sopravvento.
    La sostanza piace assai pure ammè! :)

    RispondiElimina
  34. ALEX:
    Non ho mai avuto il piacere di vedere quel film :)
    Ma se capita, lo vedrò volentieri.
    Amo molto i koan, mi danno un saggio sostegno, quando manca :))

    RispondiElimina
  35. PAOLA:
    Grazie per i complimenti e la citazione, tra l'altro molto appropriata :))
    Nessuna intrusione, anzi!
    Torna quando vuoi :))

    RispondiElimina
  36. @alma va bene che faccio di tutto per apparire fesso ma non è che lo sia proprio del tutto...avevo capito la storia della forma,ironia...ricordi? Più che il freon il fregolon *e non la capirà* ma concordo,sono velenoso,m'insinuo nell'anima *altra panzana notturna,notteee*

    RispondiElimina
  37. Ok, mannaggia a questa benedetta ironia che non la capisco mai quando c'è, caro fregolon :))))
    ma smettila! :))

    Buonanotte Out!

    RispondiElimina
  38. E meno male che non sono veneto altrimenti avrei scritto fregolòn ed avrebbe fatto più ridere :D Buonanotte.

    RispondiElimina
  39. Avevo letto meno male che non sono venUto...ti stavo per chiedere dove...
    Ok, ok, vado a letto anche io che è meglio..
    :))

    RispondiElimina
  40. Sono in ritardo, capita.
    Forse troppo poco liquido :-))

    RispondiElimina
  41. Buongiorno Cosimo!
    non fa nulla, tanto il blog qua sta :))

    RispondiElimina
  42. Buongiorno Alma!!

    Però, quanto libero arbitrio si é preso nel tempo il mescolatore di carte :-))

    RispondiElimina
  43. Sei stata insignita di un Awawrd..per vedere la motivazione vai al mio Blog http://desperatehusband01.blogspot.com/2011/01/ladies-and-gentlemen.html

    RispondiElimina
  44. Vogliamo dire allora che la forma è determinazione è l'acqua è accidia?

    RispondiElimina
  45. Buongiorno Bimba, e dove sei stata che ieri non ti ho vista per niente?:-))*

    RispondiElimina
  46. COSIMO:
    ehggià...si prende quello che ritieni necessario!
    il suo concetto del tempo è diverso dal nostro :)
    Buongiorno a te, con un giorno di ritardo, ma è sempre un buongiorno! :)

    RispondiElimina
  47. ALEX:
    Ohmmamia! che onore!
    adesso vengo a sbirciare, sono proprio curiosa!
    Grazie! :)

    RispondiElimina
  48. SOGNO:
    eheheheheh...si, potremmo dire di si!
    Mi piace assai questo parallelismo, molto più semplice della fisica...

    (ma lo sai che io per esprimere concetti semplici, a volte mi intreccio nei ragionamenti e ci metto un sacco di roba :)))

    RispondiElimina
  49. PROF:
    Buongiorno cara! :))
    eh, ieri ho lavorato tutto il giorno cara.
    Eppur si muove, finalmente!
    :)))

    RispondiElimina
  50. Questa è una bellissima notizia. Sì...:-)***

    RispondiElimina
  51. io mi sento più aria che acqua ma anche l'aria come l'acqua è comprimibile. Passa dappertutto. :))

    RispondiElimina
  52. Se passa dappertutto non è comprimibile. Come me quando mangio legumi *ok,sto zitto*

    RispondiElimina
  53. PROF:
    lo è anche per me, non sai quanto!
    dai e dai, dopo 10 mesi qualcuno ha scoperto che esisto, eheheheheh! :))

    RispondiElimina
  54. SCHEGGE:
    allora è cosa buona, se passi dappertutto, cara la mia Scheggina che fa tanti progressi ma non lo sa :))))

    RispondiElimina
  55. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  56. Ahpperò Cosimo!
    quindi, nonostante l'apparenza "liquida", sei un uomo tutta sostanza insomma, per intenderci! :)))

    Buona serata a te! :))

    RispondiElimina
  57. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  58. @alma meno male che non hai detto fagiolino,sai com'è :DD Essendo fagiolaro meglio aprire le finestre,così l'aria si purifica *sono astutissimissimo*

    RispondiElimina
  59. COSIMO:
    sapessi quanto non la sopporto io l'aria fritta:
    puzza troppo! :))

    RispondiElimina
  60. OUT:
    tu non sei astuto: sei un genio!
    ahahahahahahah....

    RispondiElimina
  61. No,sono Eugenio *tanto ho quattro nomi,uno in più che importa?*

    RispondiElimina
  62. Poichè non ne conosco manco uno, d'ora in poi ti chiamerò Eugenio!
    :P

    RispondiElimina
  63. Vedi che succede? ti rovini con le tue stesse mani...
    ahahahahah...

    RispondiElimina
  64. Smettila con i complimenti,poi mi esalto :D

    RispondiElimina
  65. immagino l'esaltazione, con complimenti di tal sorta! :)))

    RispondiElimina
  66. Non prendertela.
    Sicuro sarai affascinante a tuo modo.
    C'è di peggio, su...

    :)))

    RispondiElimina
  67. Di peggio c'è solo Bombolo. Per quanto con le fagiolate nemmeno io...

    RispondiElimina
  68. No no...
    c'è anche Alvaro Vitali, se è per questo!

    RispondiElimina

Dimmi la tua....

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.