Se io scrivo

Ringrazio il cielo che mi abbiano insegnato a scrivere.
Scrivere è catartico, liberatorio. Scrivere è voluttà, sentimento, ragione.
E’ espressione pura dell’essere e, allo stesso tempo, una capacità rara, poiché non tutti riescono.

Perché se lo sai fare, scrivere può portarti lontano o farti scendere dentro di te, ma allo stesso può farti librare, volare in alto, in una dimensione in cui tutto si annulla e allo stesso tempo si crea.
Scrivere è puro spirito che si manifesta, dove è lei, l’Anima, a parlare.
E scrivendo io l’ascolto, le do voce. La coccolo.
Tutte le domande si dipanano, si sciolgono in un profluvio di lettere sincroniche che prendono corpo pian piano, diventando certezze.
Nulla più resta dentro, una volta scritto.
Ti senti poi leggero, come se qualunque cosa ci sia stata dentro di te fino all’attimo precedente, si fosse dileguata.

Scrivendo io amo, odio, piango, rido.

Tutto si esprime lì, materia scritta, su un foglio. Non restano più impalpabili, le emozioni.
Poiché è di quelle che io vivo.




.

sabato 13 novembre 2010

Presenze

Ci sono assenze palpabili, immense.
Nella loro vastità la mente vacilla e si perde.

Hanno più corpo nella loro etereità che nel loro essere corporeo, più essenza nella loro mancanza che nel viverle stringendole.

Non c'è nulla di più presente e vivo di un'assenza.
Basta toccarsi, mettendosi una mano su quel lembo di carne viva, proprio dove sotto c'è il cuore...
ogni volta che vuoi, esse sono lì.


9 commenti:

  1. Nell'assenza ci sono mille fili palpabili, ci piace custodirli, poi li tiriamo fuori, li ripercorriamo, vibrano, fanno rumore dentro noi, sono l'essenza della presenza.
    Un sorriso

    :-))

    RispondiElimina
  2. Vedo che stai continuando il viaggio nelle parole...
    :)

    RispondiElimina
  3. Sono uno a cui piace viaggiare troppo...poi se trovo la rotta giusta divento un pochettino quasi come acqua di mare.
    :-))

    RispondiElimina
  4. eheheheh..è un modo per dirmi che gradisci quanto leggi?
    mi fa piacere :)))

    RispondiElimina
  5. Perspicace...:-)
    Serena notte di......presenza :-)

    RispondiElimina
  6. a volte uso la materia grigia...ma non farci l'abitudine, eh! :)
    serena notte a te!

    RispondiElimina
  7. Sono abituato a tutto anche al grigio senza materia :-))

    RispondiElimina
  8. Non fare l'abitudine a quest'ultimo, allora, che è peggio :))

    RispondiElimina
  9. Tanto peggio non sarà, riconoscemdomi abbastanza nella non materia mia :-))

    RispondiElimina

Dimmi la tua....

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.