Se io scrivo

Ringrazio il cielo che mi abbiano insegnato a scrivere.
Scrivere è catartico, liberatorio. Scrivere è voluttà, sentimento, ragione.
E’ espressione pura dell’essere e, allo stesso tempo, una capacità rara, poiché non tutti riescono.

Perché se lo sai fare, scrivere può portarti lontano o farti scendere dentro di te, ma allo stesso può farti librare, volare in alto, in una dimensione in cui tutto si annulla e allo stesso tempo si crea.
Scrivere è puro spirito che si manifesta, dove è lei, l’Anima, a parlare.
E scrivendo io l’ascolto, le do voce. La coccolo.
Tutte le domande si dipanano, si sciolgono in un profluvio di lettere sincroniche che prendono corpo pian piano, diventando certezze.
Nulla più resta dentro, una volta scritto.
Ti senti poi leggero, come se qualunque cosa ci sia stata dentro di te fino all’attimo precedente, si fosse dileguata.

Scrivendo io amo, odio, piango, rido.

Tutto si esprime lì, materia scritta, su un foglio. Non restano più impalpabili, le emozioni.
Poiché è di quelle che io vivo.




.

giovedì 3 febbraio 2011

Parole

Ci sono poesie o canzoni che ti piacciono tanto, perchè composte di parole che nessuno ti ha mai detto.
Oppure perchè hanno proprio le parole che ti sono mancate,
quando a dirle avresti voluto essere tu.

Eppure, io e te ce ne siamo detti di parole. Tante.
L'unica che avrei voluto dirti veramente,
sarebbe stata "resta".
Ma è stata proprio quella,
la sola, che le mie labbra
non hanno pronunciato mai.



Non domandarmi di capire adesso no,
le tue ragioni per partire
le so,
però ancora un pò con me così rimani qui.

Mi manchi già lo senti, sì.

Rimani qui dammi la mano
attraversando la notte insieme a me

non farmi più pensare a quando non dormirò
con te con te così.
(Rimani qui - Mina)



.

47 commenti:

  1. "Che stupidi che siamo: quanti inviti respinti, quante parole non dette, quanti sguardi non ricambiati. A volte la vita ci scorre davanti e noi non ce ne accorgiamo nemmeno..." (Le Fate Ignoranti).
    Ecco.
    Bacio..:*

    RispondiElimina
  2. Ecco!
    E' proprio così :)
    La vita è un film che ci scorre davanti agli occhi, a cui non possiamo fare il fermo immagine subito.
    Semmai dopo...
    E quelle immagini possono scorrere poi infinite volte, con un finale sempre diverso.
    Difficilmente è quello che hai visto la prima volta :))
    Baci :*

    RispondiElimina
  3. Buongiorno...
    Eccome ti capisco tesoro...quante e quante volte anch'io avrei voluto dire tante parole...Ci lasciamo prendere forse dalla timidezza?o semplicemente da un pizzico d'orgoglio?chissa'...siamo sciocche...e poi proviamo un senso di rimpianto e un piccolo vuoto.
    Ti abbraccio Alma.
    Serena giornata...un sorriso.:)

    RispondiElimina
  4. ...e poi arriva il rimpianto, quella parolina che si insinua come un tarlo vicino l'orecchio e ti dice: magari se gliel'avessi detto sarebbe rimasto. e tu la odi quella voce, perché sai che mente.

    RispondiElimina
  5. ops..la tastiera fa i capricci...perdona se manca qualche lettera...:)

    RispondiElimina
  6. ce ne sono tantissime di canzoni piene di pensieri e parole che vestono alla perfezione gli attimi che viviamo...e vorremmo farle nostre...e vorremmo ci fossero dette...e vorremmo che questo film ogni tanto si potesse mettere in pausa...e pensarci un attimo...per poter decidere se vogliamo continuare a guardarlo scorrere...
    un sorriso Alma

    RispondiElimina
  7. Già, sono cose che abbiamo dovuto imparare bene...:*:*:*

    RispondiElimina
  8. compratevi un registratore...oppure un decoder per interpretare le immagini!

    RispondiElimina
  9. Le parole tra noi..leggere...è il titolo di un famosissimo libro della Ginzburg....ma ci sono parole pesanti, quelle che non riusciamo a dire, per orgoglio, per paura, per pudore.....e talvolta accade, a distanza di tempo, di accorgerci che pronunciarle forse, e dico forse, la nostra vita avrebbe avuto un altro corso.
    E' triste, è amaro ma accade a molti e molto più spesso di quanto pensiamo
    Ti abbraccio. Chiara

    RispondiElimina
  10. GIUSY:
    Non credo sia timidezza, nè imbarazzo.
    Tantomeno orgoglio...
    E' solo un blocco che ti prende quando pensi che qualsiasi azione o parola, non abbia più senso.
    :)

    RispondiElimina
  11. FRAMMY:
    Sister, tu sai :)
    come sai che quella voce mente...
    Baci :*

    RispondiElimina
  12. ACQUA:
    l'elenco delle canzoni con parole che vorrei fossero state mie o mi fossero state dette e lunghissimo.
    Però si può sempre impararle a memoria e utilizzarle in futuro, non si sa mai! :))
    Un sorriso a te cara! :))

    RispondiElimina
  13. PROF:
    le abbiamo imparate dici? mah...
    c'è sempre una nuova occasione per sbagliare e imparare cose nuove.
    Non si finisce mai! :))

    RispondiElimina
  14. OUT:
    un registratore, ecco quello che ci vuole!
    il decoder no, poi metti che interpreta di testa sua?
    :)))

    RispondiElimina
  15. CHIARA:
    un po' come uno sliding doors che ci piacerebbe tanto interpretare, per avere un finale diverso di riserva :))
    Un bacio carissima amica! :))

    RispondiElimina
  16. oh, non lo so :-D
    ho sempre detto tutto quello che volevo dire, magari non sempre con le parole le migliori che potessi trovare - a volte ci si lascia prendere in contropiede - ma mai ho rinunciato a esprimermi, quando l'ho fatto è perchè non c'era più niente da dire.
    quindi rimpianti... nisba!
    mancanze tante, parole o gesti attesi e non giunti, ma con quelli non ci faccio una canzone, canto solo di me, non di chi non fa e non dice, qualunque ne sia la ragione. ché son stufa di far l'analista degli altri ;-)

    direi Illusione... questa è la canzone di (noi) due
    mentre l'Angelo e la Pazienza è quella di me

    interessava? :-DDD

    ciao bellezza!!!

    RispondiElimina
  17. Questa è dura mia cara,da commentare.
    Io non ho rimpianti di parole,casomai di azioni:eppure mi sono accorto che molte volte le parole sono ingannevoli e le ho usate anch'io per ingannare.
    Non rimpiangere di non aver detto qualcosa.
    Se non l'ahi fatto c'era un buon motivo.
    Semplicemente non eri pronta per farlo.

    RispondiElimina
  18. SHAD:
    certo che interessava :)))
    Una volta m'era venuta un'idea, di fare un post con i titoli delle canzoni per raccontare questa storia...
    Lo farò prima o poi.
    Per poi divertirmi a scoprire quante canzoni abbiamo in comune con chi commenta, ahahahahah...

    Baci a te, bellezza! :)

    RispondiElimina
  19. ALEX:
    C'era un buon motivo. Almeno era un buon motivo per entrambi all'epoca.
    Ma c'è il detto che nella vita tentar non nuoce...
    Tanto, per male che potesse...sempre male sarebbe andata, non so se mi sono spiegata,
    eheheheheheh..

    RispondiElimina
  20. hai fatto bene Alma. Non sarebbe rimasto comunque. Ma a distanza di tempo puoi chiedergli di tornare. PROVA...;)

    RispondiElimina
  21. SCHEGGE:
    ahahahah....ca te pozzino Cri! :))
    tu lo faresti? :)))

    RispondiElimina
  22. mi son svegliata pensando a questo tuo post... (ho null'altro da pensare? ;-P)
    non ho detto "resta" e non ho detto "torna"; credo che in amore ci sia solo "io sono qui" e poi la libertà, ma non la libertà per dir parole e sembrare quelli che sanno ben amare e così sui blog facciamo la bella figura di saggi e maturi, bensì la libertà dell'altro di sceglierci o meno ed il sacrosanto diritto nostro di sentirci scelte e non capitate o "ritornate".

    beccati questa, che mi è venuta alla memoria proprio ora e quindi una qualche attinenza la dovrà pur avere... forse, se non son proprio balorda :-D

    La tua libertà dammi.

    E non la tua fatica,

    no, né le foglie secche,

    il tuo sonno, occhi chiusi.

    Vieni a me da te stessa,

    non dalla tua stanchezza

    di te. Voglio sentirla.

    [...]

    Riposala oggi in me: io ne godrò

    come un tremore di foglia in cui sostano

    gocce di cielo al suolo.

    La voglio

    per liberarla, solamente.

    Non c'è prigione per te nel mio essere.

    Per me ti serba la tua libertà.

    E la libererò di nuovo, e in cielo,

    o nel mare, nel tempo,

    la vedrò incamminarsi al suo destino.

    Se quello sono io, ti sta aspettando.



    - Pedro Salinas -

    e le mie ultime parole d'amore ghghgh

    RispondiElimina
  23. Ah ...io invece l'ho detta tante di quelle volte quella parole e difficilmente mi hanno ascoltata :)

    RispondiElimina
  24. SHAD:
    mi becco la bellissima e azzeccatissima poesia di Salinas, che conserverò oltre che nel post anche altrove :)))

    sono contenta che ti svegli con il pensiero del mio post: meglio questo che altro di peggio :))))

    un bacio bellezza! :))

    RispondiElimina
  25. SOGNO:
    Ma davvero? :))))
    allora ho fatto bene a non dirla, vedi!
    ahahahahah

    baci :*

    RispondiElimina
  26. I'ho fatto. la risposta è stata: non credo sia la cosa migliore per entrambi......ma dopo dieci anni m'ha dato ragione. TROPPO TARDI :(

    RispondiElimina
  27. SCHEGGE:
    ci ha messo "solo" dieci anni? apperò..
    e so soddisfazioni queste, Scheggì! :))))

    RispondiElimina
  28. PROF:
    tanti baci a te, lo so che ti so mancata! :)))
    :***

    RispondiElimina
  29. più che soddisfazioni io le chiamo VITTORIE DI PIRRO... :))però quanta pazienza che ci vuole. E pensare che si vive una volta sola. O no? ;)

    RispondiElimina
  30. La vita è costellata di vittorie di Pirro, ciccia!
    si sa che gli ex tornano...quando ormai è troppo tardi.
    Il mio commento era ironico :))))

    RispondiElimina
  31. Rimani... la parola più difficile da pronunciare, quella che esprime ciò che desideriamo veramente. buona giornata

    RispondiElimina
  32. Ehggià!
    Forse non siamo in grado di esprimere davvero i nostri desideri... è in questo il nostro fallimento come umani: la mancanza di coraggio nell'accettare una sconfitta o un no.
    Io sono abbastanza codarda, lo ammetto.
    Ma ci sto lavorando :)))
    Grazie per il passaggio!

    RispondiElimina
  33. Non dire credo sia legato al timore della risposta anche se un 'resta' in Amore non avrebbe senso pronunciarlo,non ne vedrei la ragione. Ah,non esiste il 'troppo tardi',l'Amore vero non ha tempo,è il possesso ad averlo...e il decoder serve proprio per interpretare i vostri mille 'no' che sono 'si' e viceversa. *Adoro farmi mandare a vaffa da una decina di persone contemporaneamente* out

    RispondiElimina
  34. Macciao ESPEEEEE:
    No, gli ho detto raspa...
    Magari raspando raspando, ci usciva qualcosa di buono! :))

    RispondiElimina
  35. OUT:
    Dici che non esiste il troppo tardi in amore?
    Beh, potrebbe anche essere.
    Però, se uno mi si ripresentasse a 70 anni perchè cerca una badante, non è che la cosa mi andrebbe tanto a genio, eh!
    Ad ogni modo il decoder io lo metterei agli uomini...ultimamente vi trovo più indecifrabili del solito!
    :))

    RispondiElimina
  36. PROF:
    ahahahahah...
    questa è una poesia per san valentino? :)))
    bacio :*

    RispondiElimina
  37. Se avresti pronuciato...resta....sarebbe cambiato qualcosa? Una speranza per ingannare noi stessi o un rimorso eterno non importa, hai vissuto l'esperienza, e questo potrebbe bastare. Il sentimento crescerà nuovamente in altri lidi...a presto.

    RispondiElimina
  38. Non credo. Forse proprio per questo non l'ho mai pronunciato.
    E non è stata una questione d'orgoglio, quanto di consapevolezza.
    Il finale del tuo commento è un buon augurio, lo accetto volentieri :))
    Ciao Mark, a presto! :))

    RispondiElimina
  39. Le parole non dette le mettiamo in bottiglia? e poi vediamo chi le prende???
    Non si dice mai tutto per avere ancora una chance, ma quando si dice tutto( e io appartengo a questa corrente!!) c'è sempre una porta che si chiude!!

    RispondiElimina
  40. Molto interessante la tua osservazione:
    quando si dice tutto c'è sempre una porta che si chiude!!".
    Ci rifletterò.
    Sai: anche io sono appartenente alla categoria delle chiacchierone, non credere :))

    RispondiElimina
  41. Certe parole è che non vogliono proprio uscire...
    però l'importante è non pentirsi per sempre di non averle dette.

    RispondiElimina
  42. Si, in effetti non è un pentimento questo.
    Solo una constatazione di fatto...
    visto che sono una gran chiacchierona, come dicevo poc'anzi :))

    RispondiElimina
  43. Non voglio sapere dove ci metteresti il decoder...

    RispondiElimina

Dimmi la tua....

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.